Giornata Mondiale dell’Infermiere: un ruolo prezioso da celebrare e valorizzare ogni giorno

2021-05-12
Giornata Mondiale dell’Infermiere: un ruolo prezioso da celebrare e valorizzare ogni giorno

Oggi 12 maggio si celebra la Giornata internazionale dell’Infermiere, in ricordo dell’anniversario della nascita di Florence Nightingale, fondatrice della moderna assistenza infermieristica.

Nell’ultimo anno è emersa in maniera chiara la fondamentale importanza di questa professione, una vocazione verso il prossimo e il malato. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha infatti proclamato il 2020 come anno dell’infermiere.

L’obiettivo ora è guardare al futuro del Servizio sanitario nazionale, valorizzando le eccellenze della professione infermieristica nell’ambito dell’assistenza territoriale, punto di forza del nostro Paese durante la pandemia da Covid-19. Sostenere il ruolo degli infermieri significa tutelare la salute di ognuno.

E infatti il tema scelto dalla FNOPI (Federazione Internazionale Ordini Professioni Infermieristiche) quest’anno è “OVUNQUE PER IL BENE DI TUTTI – Infermieristica di prossimità per un sistema salute più giusto ed efficace”.

È una ricorrenza che il San Camillo celebra grazie all’azione concreta di tutti coloro che prestano assistenza continua ed empatica in ogni reparto della nostra struttura. La cura professionale, la vicinanza, la sensibilità e l’altruismo nelle mani di tutti gli infermieri è un dono prezioso che va celebrato e valorizzato ogni giorno.

“Più cuore in quella mani” è proprio il motto che continua a guidare l’impegno dei nostri professionisti, con la consapevolezza di avere di fronte a sé una persona nella sua interezza che richiede di essere assistita sotto ogni punto di vista.

La dottoressa Maria Cristina Marenzi ci racconta dei vantaggi del nuovo mammografo digitale di ultima generazione presente al San Camillo

Il dottor Giovanni Musella, medico radiologo della Casa di Cura, ci spiega le principali terapie infiltrative eseguite nella struttura

In quest'ultima parte, parliamo delle complicanze del diabete, delle forme di prevenzione e del trattamento FREMS, insieme agli esperti

"Più cuore in quelle mani" è il messaggio che ci ha lasciato il santo e che oggi ritroviamo nel lavoro quotidiano di tutte le persone che operano nella nostra Casa di Cura

Grazie ad apparecchiature all'avanguardia, al San Camillo sono disponibili diversi servizi di diagnostica per immagini. ne parliamo con il medico radiologo Giovanni Musella.