Diagnostica per immagini e radiologia interventistica al San Camillo: ne parliamo con il dottor Giovanni Musella, medico radiologo

2021-06-23
Diagnostica per immagini e radiologia interventistica al San Camillo: ne parliamo con il dottor Giovanni Musella, medico radiologo

La diagnostica per immagini prevede tutte le procedure e le metodologie necessarie per identificare una patologia e le sue cause e monitorare la salute di ogni paziente.

Presso il San Camillo, nel reparto di diagnostica sono utilizzate solo apparecchiature tecnicamente avanzate e di ultima generazione, e vengono applicate metodiche in linea con i protocolli diagnostico-terapeutici nazionali e internazionali. Ma quali sono i servizi di diagnostica del San Camillo? Ne parliamo con il dottor Giovanni Musella, medico radiologo.

Quali principali servizi di diagnostica per immagini e radiologia interventistica vengono eseguiti al San Camillo?

Il servizio di Diagnostica per Immagini della Casa di Cura San Camillo è un’area dotata di avanzate tecnologie.

Tra questi troviamo un apparecchio di Risonanza Magnetica “aperta”, da 1, 2 Tesla, che permette di fornire immagini ad alta risoluzione granando confort elevato nell’esecuzione dell’esame, permettendo d assicurare indagini anche a molte persone con problematiche claustrofobiche.

Grazie a un'importante donazione della Fondazione Giovanni Arvedi e Luciana Buschini, il Reparto si è dotato ultimamente di un nuovo Mammografo che, con l’arrivo dell’equipe medica della Dottoressa Marenzi, permetterà di gestire con efficacia ed accuratezza le richieste provenienti dalla popolazione femminile cremonese nel campo della prevenzione e diagnosi di patologie della mammella.

Non manca nel Servizio di Diagnostica una TC multistrato che permette di erogare una vasta gamma di tipologie di esami.

La componente ecografica è dotata di tre ecografi che consentono di effettuare multiple prestazioni ecografie: sono offerte in particolare ecografie addominali, muscolo-scheletriche, della cute-sottocute, prostata e testicoli, tiroide, collo.

Rilevanti sono anche gli esami rivolti allo studio vascolare (ecocolordoppler) dei vasi del collo e degli arti inferiori.

Sono, inoltre, offerti servizi quali la radiodiagnostica tradizionale digitalizzata, MOC-DEXA, Ortopantomografia.

Attualmente vengono effettuate presso il servizio di Radiologia, prestazioni interventistiche sull’apparato articolare e muscoloscheletrico focalizzate in particolare alla terapia sintomatica dell’osteoartrosi, delle tendinopatie e patologie reumatiche. Ci proponiamo di ampliare, a breve, le attività interventistiche attivando le procedure per agoaspirati (tiroide, mammella) o prelievo di tessuto sospetto per l’esecuzione dell’esame istologico (mammella).

Cosa sono le infiltrazioni e in quali casi vengono eseguite?

Le infiltrazioni sono delle iniezioni, attraverso un ago, di sostanze medicamentose nel tessuto peri o intrarticolare, in sede peritendinea o perineurale con lo scopo non solo di dare sollievo ai disturbi che impediscono di condurre una regolare attività quotidiana ma di eliminare anche il dolore.

L’interventistica muscolo-scheletrica si basa sull’utilizzo di metodiche come l’ecografia e la TC per guidare le azioni in fase di un intervento infiltrativo; infatti, grazie al monitoraggio ecografico o TC, gli interventi infiltrativi risultano, nella maggioranza dei casi, meno dolorosi e più sopportabili per il paziente e soprattutto più sicuri ed efficaci in quanto il controllo in tempo reale dell’ago permette di evitare strutture nobili (vasi o nervi) e di posizionare nella sede idonea la sostanza terapeutica.

Le infiltrazioni, se adeguatamente prescritte, possono alleviare e molto spesso essere soluzione ottimale a problematiche quali l’osteoartrosi, tendiniti, borsiti, epicondiliti e patologia discale.

Le sostanze medicamentose utilizzate sono diverse in base al tipo di trattamento da effettuare; si è soliti utilizzare antinfiammatori steroidi, anestetici locali, acido ialuronico, miscela di ossigeno-ozono.

La dottoressa Maria Cristina Marenzi ci racconta dei vantaggi del nuovo mammografo digitale di ultima generazione presente al San Camillo

Il San Camillo celebra la Giornata Mondiale della Fisioterapia e il ruolo fondamentale che rivestono i fisioterapisti nella gestione del Long Covid e nel percorso verso la salute.

Il dottor Giovanni Musella, medico radiologo della Casa di Cura, ci spiega le principali terapie infiltrative eseguite nella struttura

In quest'ultima parte, parliamo delle complicanze del diabete, delle forme di prevenzione e del trattamento FREMS, insieme agli esperti

"Più cuore in quelle mani" è il messaggio che ci ha lasciato il santo e che oggi ritroviamo nel lavoro quotidiano di tutte le persone che operano nella nostra Casa di Cura