PROGETTI ATS

Struttura Accreditata ATS

In questa sezione sono presentati i progetti che la Casa di Cura S. Camillo attua in accordo con l'ATS  Val Padana 


« Indietro

Screening gratuito colorettale

Popolazione Over 50

D'accordo con l'Asl di Cremona, la Casa di Cura S. Camillo offre screening colorettali gratuti a tutti coloro che hanno più di 50 anni ed una diagnosi positiva di sangue acuto nelle feci. In caso di screening positivo seguono gratuitamente tutti gli interventi e le terapie necessarie secondo iter clinico.

FOCUS

Il tumore  del colon retto  rappresenta una delle principali cause di morbosità e mortalità per neoplasia in tutti i paesi occidentali. In Italia si osservano 40 nuovi casi ogni 100.000 abitanti. Colpisce maggiormente i soggetti oltre i 50 anni. La maggior parte dei tumori colon rettali si sviluppa a partire da polipi adenomatosi attraverso un processo che coinvolge diversi fattori genetici ed ambientali; l'esito della malattia dipende dalla precocità della diagnosi e dalla possibilità di eliminare i polipi. Il test di screening prescelto è semplice e affidabile e consiste nella ricerca del sangue occulto ( cioè non visibile ad occhio nudo ) nelle feci.

  • Il test viene offerto ogni due anni a tutti i soggetti( maschi e femmine) in età compresa tra i 50 e i 75 anni appartenenti all'anagrafe assistiti dell'ASL di Cremona
  • Essi vengono invitati a ritirare presso le farmacie della zona, con la semplice presentazione della lettera d'invito, il raccoglitore per le feci;
  • Una volta eseguito l'esame (secondo le indicazioni riportate sulla lettera di'invito), il contenitore deve essere riconsegnato alla farmacia insieme alla lettera dove deve essere stato riportato il proprio numero telefonico per consentire comunicazioni in tempi brevi; 
  • Il test, fino al momento della consegna che dovrà comunque avvenire in tempi brevi, dovrà essere conservato in frigorifero; 
  • Se il test risulterà negativo il cittadino riceverà a casa l'esito dell'esame e sarà nuovamente invitato dopo 2 anni ;
  • Se invece risulterà positivo, l'utente sarà contattato dal centro di Prevenzione oncologica per eseguire ulteriori accertamenti (colonscopia) presso i centri di riferimento specialistici;
  • Nella maggior parte dei casi la positività all'esame è dovuta a cause banali quali le emorroidi ma in un piccolissimo numero di casi la positività può essere dovuta alla presenza di un piccolo tumore o di un polipo ;
  • L'esame avviene su base esclusivamente volontaria , è completamente gratuito e non necessita dell'impegnativa del medico;
  • Anche gli ulteriori accertamenti risultano completamente gratuiti per i pazienti;

REPORT SCREENING COLON RETTALE ASL CREMONA

Lo screening colon rettale in provincia di Cremona è attivo dall'anno 2001 ed ha cadenza biennale. Ad ogni round vengono invitate circa 115 .000 persone, numero che corrisponde alla popolazione della Provincia di Cremona di età compresa tra i 50 e i 75 anni.
Di queste 115.000 persone solo il 45% circa risponde all'invito nonostante i risultati straordinari ottenuti in questi anni. Infatti sia l'incidenza che la mortalità dal 2001 al 2012 si sono notevolmente ridotte.
 
Dai 224 casi rilevati nel  2002 anno d'inizio dello screening si è passati ai 108 casi del 2012
Questo risultato è spiegabile con l'individuazione, mediante la ricerca del sangue occulto nelle feci, delle lesioni come i polipi, che da lesioni inizialmente benigne possono nel tempo trasformarsi in tumore: curando per tempo questi precursori, il numero dei tumori si riduce. 
Ed anche la mortalità mostra una decisa riduzione: si è passati infatti dai 74 decessi in fascia d'età screening del 1998 ai 36 decessi del 2011.